NBI – Perché potrebbe essere necessario nella gestione di NMIBC

Passando in rassegna le diverse pubblicazioni, il 50-70% dei pazienti affetti da NMIBC soffre di recidiva in seguito al trattamento iniziale nella forma di tumori superficiali. Il rischio di lasciarsi sfuggire piccoli tumori papillari o CIS è ormai noto, con un tasso stimato al 10-20%. I tumori superficiali della mucosa sono solitamente indicati da specifiche strutture di vasi e capillari.

L'identificazione di queste strutture, specialmente piccoli tumori in condizioni di luce normale, è possibile ma può essere migliorata. E' qui che la tecnologia NBI HD brevettata è di grande aiuto, come mostra l'evidenza clinica descritta di seguito.

Meta-analisi: tasso di individuazione dei tumori maggiore del 24% con l'NBI

Diagnosis of narrow-band imaging in non-muscle-invasive bladder cancer: A systematic review and meta-analysis.

Risultati

  • Prima rassegna sistematica e meta-analisi di studi che hanno condotto un confronto intra-paziente tra NBI e WLI per l’identificazione del NMIBC in 1.040 pazienti.
  • Tassi di identificazione di NMIBC più elevati potrebbero consentire un trattamento più tempestivo e diminuire il numero di tumori residui e recidivanti.
  • E' possibile individuare un numero sorprendentemente elevato di pazienti e tumori (tra cui CIS) non rilevati da WLI: il 17% in più di pazienti e il 24% in più di tumori rilevati dall'NBI

Fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23113702

© 2012 Associazione Urologica Giapponese pubblicata dalla Rivista Internazionale di Urologia (2013) 20, 602–609

Kaiwen Li, Tianxin Lin, Xinxiang Fan, Yu Duan, e Jian Huang

Conclusioni

La cistoscopia assistita da NBI aumenta il rilevamento di un maggior numero di tumori di NMIBC rispetto alla cistoscopia con luce normale. Questa potrebbe essere una tecnica alternativa o aggiuntiva per il trattamento del cancro della vescica.



Meta-analisi: in cosa l'NBI si distingue dalla PDD (diagnosi fotodinamica) per la resezione TUR-BT?

A network meta-analysis of therapeutic outcomes after new image technology-assisted transurethral resection for non-muscle invasive bladder cancer: 5-aminolaevulinic acid fluorescence vs hexylaminolevulinate fluorescence vs narrow band imaging

Risultati

  • Il tasso di recidiva dei carcinomi resecati con PDD non è risultato significativamente diverso rispetto a quelli resecati con NBI (OR = 0,53; 95% CI [0,26–1,09]). Il tasso di recidiva dei carcinomi resecati usando PDD basato su HAL rispetto all'NBI non differiva in maniera significativa (OR = 1,11; 95% CI [0,55–2,1]).
  • Tutti i carcinomi resecati usando PDD basato su 5-ALA, PDD basato su HAL o NBI si ripresentavano ad un tasso inferiore rispetto a quelli resecati usando la cistoscopia con luce normale (WLC).

Fonte: www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26232037

BMC Cancer (2015) 15:566 ; DOI 10.1186/s12885-015-1571-8

Joo Yong Lee, Kang Su Cho, Dong Hyuk Kang, Hae Do Jung, Jong Kyou Kwon, Cheol Kyu Oh, Won Sik Ham e Young Deuk Choi

Conclusioni

Mediante l'implementazione delle operazioni di TUR-BT assistite da NBI o PDD, il tasso di recidiva di NMIBC può essere ridotto. Gli urologi dovrebbero prendere in considerazione la sostituzione dell'imaging con luce bianca come tecnologia standard per guidare gli interventi di TUR-BT.


NBI per la gestione dei tumori delle vie urinarie superiori - migliore Individuazione dei tumori

Narrow-band imaging digital flexible ureteroscopy in detection of upper urinary tract transitional-cell carcinoma: initial experience.

Risultati

  • Soggettivamente, l'NBI ha significativamente migliorato la visualizzazione endoscopica dei tumori, fornendo una definizione dettagliata dei loro bordi e della struttura vascolare.
  • Oggettivamente, mediante l'NBI sono stati rilevati cinque ulteriori tumori (14,2%) in quattro pazienti, nonché i bordi estesi di tre tumori (8,5%) in tre pazienti, quando i risultati ottenuti dall'imaging con WL erano considerati normali.

Fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21247287

JOURNAL OF ENDOUROLOGY, Volume 25, Number 1, January 2011, Pp. 19–23, DOI: 10.1089=end.2009.0593

Traxer O, Geavlete B, de Medina SG, Sibony M, e Al-Qahtani SM

Conclusioni

Sulla base di questo studio, consigliamo questa tecnologia come metodo diagnostico prezioso, in quanto migliora considerevolmente il tasso di rilevamento dei tumori del 22,7% rispetto a WL.